25 Aprile 2011: Carlo Smuraglia

Carlo Smuraglia- Presidente Nazionale

All’estero parlano spesso dell’Italia come di un Paese poco serio. Ed a forza di assistere a scandali, episodi di malcostume, rifiuto di regole, hanno finito per fare una grande confusione, al termine della quale siamo tutti considerati colpevoli, quanto meno di sopportare e tollerare una situazione così degradata.

Non è così. C’è un’altra Italia, quella della Resistenza e della Costituzione.

Eccola qui, in questa piazza e in tante piazze d’Italia, eccola qui l’Italia che lavora, l’Italia che subisce la crisi,l’Italia che ricorda i Caduti per la libertà e ne vuole portare avanti il messaggio, l’Italia pulita, democratica, antifascista.

Continua a leggere

25 Aprile 2011: Enzo Bennardis

Enzo Bennardis – Sindacalista

Il 25 aprile non è una data qualsiasi.

Rappresenta la conclusione di una lunga e dura lotta per riconquistare libertà, democrazia e diritti che il fascismo aveva cancellato.

Non è un caso se proprio dalle grandi fabbriche metalmeccaniche iniziarono i primi scioperi e le prime mobilitazioni contro il regime. Sono stati i lavoratori, in primo luogo, a battersi per una “Repubblica democratica fondata sul lavoro” e, poi, a conquistare lo Statuto dei lavoratori e il Contratto nazionale.

Quella che viviamo oggi è una situazione pericolosa.

In discussione non ci sono solo il contratto nazionale, lo statuto dei lavoratori, i diritti nelle aziende, ma la Costituzione e la democrazia.

Continua a leggere

25 Aprile 2011: Giorgio Ornati

Giorgio Ornati – Ricercatore

Anche per chi come me lavora nella Ricerca il 25 Aprile è una grande ricorrenza. Si festeggia la liberazione dal giogo nazifascista ed il ritorno alla democrazia e alla libertà, anche di pensiero, dopo il ventennio fascista e la imposizione del pensiero unico della dittatura mussoliniana.

E’ importante festeggiarlo quest’anno, un anno in cui si celebrano i 150 anni dell’unità d’Italia , un anno in cui assistiamo all’affermarsi dei movimenti di liberazione dei popoli del Nordafrica, che stanno facendo cadere, uno dopo l’altro i tiranni che li hanno schiacciati per decenni in uno stato di povertà e indigenza ,nonostante le ingente risorse a disposizione, che invece di essere ridistribuite, finivano per lo più nelle tasche dei dittatori e delle loro famiglie.

Continua a leggere

25 Aprile 2011: Nelly Diop

Nelly Diop – Senegalese

Cari amici,

è un onore per me che sono una nuova cittadina di questo paese partecipare oggi da questo palco ai festeggiamenti del 25 aprile: di solito sono fra chi ascolta.

Intervenire in questa occasione per me ha un significato non di poco conto perchè i valori della Liberazione vanno a toccare aspetti fondamentali delle nostre vite di cittadini. Le prime parole che mi sono venute in mente pensando al 25 aprile sono state: sacrificio supremo, sofferenza, lotta contro il fascismo e contro tutti i totalitarismi, lotta per la libertà, per i diritti fondamentali dell’uomo e per l’uguaglianza davanti alla legge.

Continua a leggere

25 Aprile 2011: Francesco Dettori

Francesco Dettori – Insegnante

E’ un onore per me parlare in questa piazza storica, in questa splendida giornata del 25 APRILE così densa di significati  e slanci morali e civili, davanti a donne e uomini il cui vissuto mi  trasmette e trasmette a tutti noi profondo rispetto e amore per la Repubblica e per la nostra Costituzione.

Un 25 aprile che cade quest’anno nel segno del 150° anniversario dell’Unità nazionale,  in un momento difficile per il nostro Paese. Sono sotto gli occhi di tutti le lacerazioni e le divisioni alimentate già da lungo tempo da importanti settori delle Istituzioni. In questo momento solo il Capo dello Stato pare reggere il timone di una nave traballante.

Continua a leggere

25 Aprile 2011: Giulio Franchini

Giulio Franchini – Studente

Buongiorno a tutte e a tutti. Mi chiamo Giulio, studente del liceo Leonardo Da Vinci e coordinatore del laboratorio di partecipazione studentesca di Milano.

Sono orgoglioso di parlare in questa piazza in questa giornata di festa ma non solo, perché non credo che oggi si debba solo festeggiare, bisogna anche ricordare e stare in guardia.

Ricordare perché la memoria storica è importante, dà gli strumenti per valutare il presente e comprendere come si sentivano i partigiani che combattevano per la libertà e i cittadini che li aiutarono, partigiani quanto loro, quando caddero le bombe in corso Monforte, non lontano da qui, e in molte altre parti della città le bombe facevano vivere nel terrore.

Continua a leggere

Rinnovo Organi Dirigenti Nazionali A.N.P.I.

Il Comitato Nazionale ANPI, riunitosi a Roma il giorno 25 maggio, ha proceduto alla nomina dei suoi organi direttivi:


SEGRETERIA NAZIONALE:


– Carlo Smuraglia – Presidente

– Luciano Guerzoni – Organizzazione

– Marisa Ferro – Coordinamento ufficio di segreteria e servizi interni

– Carla Argenton – Responsabile Amministrativo

– Andrea Liparoto – Stampa e comunicazione


Continua a leggere