L’ANPI dice no al concerto di Lealtà e Azione

Milano, 18 settembre 2013

Il prossimo 16 dicembre 2013 la celebre sala del Teatro Manzoni ospiterà un concerto che vedrà alternarsi sul palco i più importanti gruppi musicali dell’area neofascista.

L’organizzazione della serata è nelle mani di Lealtà e Azione, l’associazione attraverso la quale operano gli Hammerskin milanesi, già condannati per violenza e incitamento all’odio razziale.

Basta dare un’occhiata al sito di Lealtà e Azione per farsi un’idea: nella sezione “Pensiero e valori” sono citate frasi di Codrenau, fondatore negli ’30 della Guardia di Ferro romena e di Leon Degrelle, comandante di una divisione delle Waffen SS.

Questo maxi concerto che avviene soltanto a pochi mesi dal raduno neonazista europeo di Cantù rappresenta un grave sfregio a Milano Città Medaglia d’Oro della Resistenza e alla memoria delle vittime della strage neofascista di Piazza Fontana del 12 dicembre 1969, di cui quest’anno ricorre il 43° anniversario, con la quale ebbe inizio la strategia della tensione nel nostro Paese.

Mentre chiediamo l’intervento delle istituzioni cittadine e delle autorità competenti perchè questi raduni che si pongono in aperto contrasto con i principi della Costituzione repubblicana nata dalla Resistenza e con le leggi Scelba e Mancino vengano vietati, chiamiamo i cittadini e gli antifascisti alla massima vigilanza democratica.

 

Annunci