Deturpato da Forza Nuova il murale di Niguarda

Deturpazione L’ANPI Provinciale di Milano esprime la propria profonda condanna per l’ennesima deturpazione, con svastiche e croci celtiche, avvenuta nella notte del 29 settembre 2015, del murale nel quale viene rappresentata la Resistenza a Niguarda.

Questa volta l’ignobile gesto che offende Milano, capitale della Resistenza, porta la firma dei neofascisti di Forza Nuova.

E’ la quarta volta in meno di un anno che gruppi della destra eversiva attuano questa gravissima provocazione avvenuta a distanza di una sola settimana dalla devastazione dell’Istituto Pedagogico della Resistenza.

Continua a leggere

Celebrazioni del 70° della Liberazione in Zona 9

CelebrazioniIl Consiglio di Zona 9 in collaborazione con ANPI Zona 9 organizza nell’ambito delle celebrazioni del 70° della Liberazione in Zona 9 il giorno sabato 26 Settembre 2015 dalle ore 9,00 alle ore 13,00 presso la Biblioteca di Via Baldinucci, 76 un incontro con insegnanti e cittadini interessati su:

“La didattica della Resistenza e della Costituzione”

L’incontro ha lo scopo di illustrare le offerte didattiche gratuite per le scuole di ogni ordine e grado delle ANPI di zona 9.

Interverranno:

  • Maurizio Gusso (Iris – Milano si fa storia);
  • Simone Campanozzi (Istituto Lombardo di Storia Contemporanea);
  • Andrea F. Saba (INSMLI);
  • Debora Migliucci (Archivio del Lavoro).

Inoltre presenteranno il loro percorso didattico alcune realtà di Zona 9 tra le quali:

  • Renato Sarti, Teatro della Cooperativa.

Conclusioni:

  • Inge Rasmussen, ANPI Zona 9.

Gravissima provocazione contro l’Istituto Pedagogico della Resistenza

Gravissima provocazioneL’ANPI Provinciale di Milano esprime la propria profonda indignazione per la devastazione della sede dell’Istituto Pedagogico della Resistenza – IPR , in via degli Anemoni 6, avvenuta nella notte tra mercoledì 22 e giovedì 23 settembre 2015.

La sede è stata gravemente danneggiata, con un particolare accanimento nei confronti della biblioteca ed è comparsa un scritta ingiuriosa all’interno dei locali.

Questo atto provocatorio che ha preso di mira un luogo ricco di documenti significativi della Resistenza e dell’antifascismo nazionale e milanese, si richiama, per le sue caratteristiche, alla matrice eversiva della estrema destra. Mentre ci appelliamo alle autorità pubbliche perché sia fatto tutto il possibile per individuare gli autori di questa gravissima provocazione che offende Milano, Città Medaglia d’Oro della Resistenza,esprimiamo la nostra piena solidarietà e vicinanza all’Istituto Pedagogico della Resistenza.