Strage di piazza della Loggia: la verità dopo 43 anni

Il 28 maggio 1974 in piazza della Loggia a Brescia una bomba piazzata in un cestino dei rifiuti esplode mentre è in corso una manifestazione antifascista contro l’escalation della violenza nera.
Dopo 43 anni la Corte di Cassazione rende finalmente giustizia alle otto vittime e ai centodue feriti di quella orribile strage.

Carlo Maria Maggi, ex capo del movimento neofascista Ordine Nuovo e Maurizio Tramonte, informatore dei servizi segreti vengono condannati all’ergastolo.

La condanna di Carlo Maria Maggi ha un valore storico: è la prima volta che un leader riconosciuto dell’eversione nera (era il capo della sezione veneta di Ordine Nuovo) viene condannato per strage. La condanna di Maurizio Tramonte, catturato in Portogallo all’indomani della sentenza della Cassazione, ha una valenza altrettanto simbolica, per il ruolo da lui svolto nei servizi segreti.

Continua a leggere

Lodovico Cesati ci ha lasciato

Vi comunico con profondo dolore la scomparsa di Lodovico Cesati, Internato Militare Italiano e partigiano. Classe 1922, di famiglia antifascista, quando è militare in Grecia tenta rischiosi rapporti con i partigiani greci. La minaccia di fucilazione si trasforma dopo l’8 settembre 1943 in deportazione in Germania. Anche nella nuova situazione il suo integro antifascismo ha modo di manifestarsi: rischia nuovamente la fucilazione nel carcere di Spandau. Riesce infine a fuggire e a partecipare alla liberazione di Berlino, dalla parte giusta.

Lodovico ha partecipato fino all’ultimo alla vita della sua sezione, Anpi Pratocentenaro, facendo parte della Presidenza onoraria della sezione. Il 15 ottobre scorso il Ministero della Difesa, per il 70° anniversario della Liberazione lo aveva insignito della “Medaglia della Liberazione”. L’ultima sua uscita pubblica è stata alla manifestazione al Monumento al Deportato al Parco Nord, in occasione del Giorno della Memoria 2017.

L’ANPI provinciale di Milano e la sezione ANPI Pratocentenaro si stringono, commossi, alla moglie e alla famiglia di Lodovico. Ai familiari un affettuoso abbraccio.

Roberto Cenati, Presidente ANPI Comitato Provinciale di Milano

Ricordo di Elio Oggioni – 19 giugno 2017

Caro Elio,

siamo qui a darti l’ultimo nostro commosso saluto. Esprimo ai figli Mauro, Glauco, ai tuoi nipoti, a tutti i familiari, profondo cordoglio da parte dell’ANPI Provinciale di Milano e dell’ANPI Nazionale.

Hai dedicato tutta la tua vita, con grande passione, all’impegno politico, interpretandolo come servizio disinteressato al bene comune. Hai partecipato, come patriota, come hai sempre voluto sottolineare, alla Resistenza italiana e ti sei sempre battuto per il rilancio dei valori dell’antifascismo, della pace, della solidarietà e della Costituzione.
Negli anni ’85-’90 sei stato eletto Presidente del consiglio di zona 9. La tua presidenza è stata caratterizzata da grande equilibrio nel confronto politico e da un forte senso delle istituzioni. Tutti ti ricordano per queste tue straordinarie doti e per la tua fermezza nel difendere la democrazia contro ogni forma di estremismo e di velleitarismo.
Conclusa l’esperienza istituzionale in zona 9 il tuo impegno si è rivolto all’Anpi. Sei stato membro del Consiglio nazionale dell’ANPI, Vicepresidente per anni dell’ANPI Provinciale di Milano e attualmente componente della Presidenza Onoraria dell’ANPI Provinciale e della tua Sezione di Pratocentenaro. Hai avuto un ruolo molto importante nell’ANPI Provinciale di Milano, soprattutto durante i lunghi anni della Presidenza di Tino Casali.

Continua a leggere

Elio Oggioni

Vi comunico con immenso dolore la scomparsa di Elio Oggioni, Vicepresidente per anni dell’ANPI Provinciale di Milano, attualmente membro della Presidenza Onoraria dell’ANPI Provinciale e della Sezione Pratocentenaro.

Elio ha partecipato, come patriota, alla Resistenza italiana e ha dedicato tutta la sua vita al rilancio dei valori dell’antifascismo e della Costituzione.
Conosco Elio da anni, da quando l’ANPI risiedeva ancora nella storica sede di via Mascagni. Lo andavo a trovare spesso nell’ufficio da lui condiviso con Annunziata Cesani, con Gianfranco Aliotta e Nori Brambilla Pesce.

Elio ha avuto un ruolo molto importante nell’ANPI Provinciale di Milano, soprattutto durante la Presidenza di Tino Casali.
Ci sentivamo spesso al telefono perchè avevo sempre bisogno dei suoi consigli, del suo parere e del suo incoraggiamento.
Caro Elio mancherai tanto a tutti noi.

Ai familiari, agli amici, ai compagni, un affettuoso abbraccio.

Roberto Cenati – Presidente ANPI Provinciale di Milano

Ordine del giorno del Comitato Provinciale ANPI di Milano approvato all’unanimità nella seduta di mercoledì 14 giugno 2017 su Museo Nazionale Resistenza

Il Comune di Milano ci ha comunicato la decisione di realizzare il Museo nazionale della Resistenza all’interno della Casa della Memoria, nonostante la ferma contrarietà dell’ANPI Provinciale e dell’ANPI Nazionale, numerose volte manifestata al Sindaco di Milano.

Nella comunicazione del 27 marzo 2017 consegnata al Sindaco Giuseppe Sala, l’ANPI Provinciale di Milano, pur riconoscendo la necessità e l’importanza della nascita di un Museo Nazionale della Resistenza a Milano, manifestava la propria ferma contrarietà all’idea di volerlo collocare in una realtà, quella della Casa della Memoria, che, di dimensioni assai ridotte e appena sufficienti per il normale svolgimento delle attività delle Associazioni residenti, ha una destinazione, dei contenuti e delle finalità già definite, con cui i complessi funzionamenti di un museo sarebbero destinati inevitabilmente a confliggere.

Continua a leggere

19 GIugno 2017 – “10 Giugno 1940: l’Italia entra in guerra”

ANPI Sezione San Giorgio su Legnano con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura organizza:

“10 Giugno 1940: l’Italia entra in guerra. 20 Giugno 1940: Il primo caduto sangiorgese.”

Conferenza del prof. Giancarlo Restelli con materiali audiovisivi.

Lunedì 19 Giugno 2017 alle ore 21,00 presso la Sala Consiliare “Giacomo Bassi”, Palazzo Comunale di San Giorgio su Legnano – Piazza IV Novembre, 7