Lealtà e Azione al governo di Monza

Milano e la Lombardia da tempo sono state scelte dalle organizzazioni neofasciste e neonaziste come luoghi di incontro, di convegni e manifestazioni anche a livello europeo. Il fenomeno sta sempre più assumendo dimensioni che destano profonda preoccupazione in tutti noi. Dopo il blitz a Palazzo Marino dei neofascisti di Casa Pound che ha rappresentato un salto di qualità nella sfida alle istituzioni nella città Medaglia d’oro della Resistenza, dobbiamo registrare un altro gravissimo fatto. A Monza dove dal 2011, in pieno centro della città è stata aperta una sede di Lealtà e Azione, movimento di ispirazione neonazista e antisemita, è stato assegnato l’assessorato allo sport a un esponente di questa formazione, nella Giunta cittadina appena costituita. Quanto accaduto a Monza, la terza città più importante della Lombardia per numero di abitanti, rende ancora più complesso e inquietante il quadro della nostra regione caratterizzato dal pericoloso e costante riemergere di formazioni neofasciste e neonaziste che si pongono in aperto contrasto con i principi sanciti dalla nostra Carta Costituzionale e con le leggi Scelba e Mancino.

Roberto Cenati, Presidente ANPI Comitato Provinciale di Milano

Solidarietà al deputato Emanuele Fiano

Esprimo anche a nome dell’ANPI Provinciale di Milano profonda solidarietà ad Emanuele Fiano, primo firmatario della proposta di legge contro la propaganda neofascista, per i vergognosi insulti antisemiti che gli sono stati rivolti.

L’ANPI Provinciale di Milano chiede che vengano immediatamente presi severi provvedimenti contro il deputato Corsaro, resosi protagonista di questa ignobile azione, indegna della carica ricoperta da un parlamentare, che si pone in aperto contrasto con i principi e i valori della Costituzione repubblicana nata dalla Resistenza.

Roberto Cenati – Presidente ANPI provinciale di Milano