Maron Orazio


Milano, 26 maggio 1928 – Milano,  6 gennaio 1945

Impiegato a II’ATM, lavorava all’Officina Teodosio come suo padre. Appartenente alla 10a brigata Matteotti Sap, fu arrestato mentre trasportava materiale clandestino insieme a Giuseppe Bodra, Tullio Di Parti e Carlo Tonissi (cit.) il 6 gennaio 1945 dalla Squadra Azzurra e fu fucilato il giorno dopo, a soli 16 anni, insieme ai compagni, ragazzi della sua età, in via Botticelli, dove è ricordato in una lapide intitolata agli studenti partigiani del Fronte della Gioventù.

SCHEDA BIOGRAFICA