Gorla Cornelio

Milano, 22 agosto 1925 – Megolo (VB), 13 febbraio 1944

Nato a Milano il 22 agosto 1925, caduto a Megolo (VB), il 13 febbraio 1944. Vigile del fuoco. Ha diciotto anni quando, senza l’obbligo di presentazione alla chiamata alle armi promulgata dalla Repubblica di Salò, il 9 novembre 1943 raggiunge la Val d’Ossola. Aderisce alle primissime bande armate della formazione Beltrami operanti nella zona a nord del lago d’Orta da Omegna alla Valle Strona, Gravellona e Mergozzo, fino all’imbocco della Valle Anzasca. Sono mesi molto intensi di attività militare partigiana, con continui attacchi ai presidi fascisti, sabotaggi ai convogli ferroviari che transitavano numerosi sulla linea del Sempione. Erano i trasporti logistici di merci, macchine e uomini da e per la Germania, attraverso la Val d’Ossola e la Svizzera. In un violento attacco sferrato da ingenti forze fasciste e tedesche Gorla cade in combattimento a Megolo (VB), il 13 febbraio 1944 insieme al comandante Beltrami. Ricordato anche nella lapide collettiva nello scalone interno di villa Litta sempre in municipio.

SCHEDA BIOGRAFICA