Intolleranza Zero

 

https://www.facebook.com/events/1812246678884193/?active_tab=about

Un segno rosso contro l’odio.

Non è il momento dell’intolleranza. Non è il momento dei muri, ma dei ponti.

Saremo in piazza per raccontare un clima che non si è creato improvvisamente: da anni si prepara e si alimenta in tutta l’Europa, e in alcuni paesi in particolare, una deriva razzista, sessista, xenofoba e antisemita. Da anni si seminano e si alimentano, nel nostro paese, odio e rancore.

Ora, però, registriamo l’inasprimento di una violenza verbale e fisica senza precedenti, che pare non conoscere più argini.

Nel mirino ci siamo finiti in tante e in tanti.

Noi antifascisti, noi donne, noi migranti, noi omosessuali e trans, noi che non ci dimentichiamo che proprio ottant’anni fa l’Italia conosceva la vergogna delle leggi razziste.

Noi che ogni giorno ricordiamo che il nazifascismo, con il suo bagaglio razzista e antisemita, è stato sconfitto 73 anni fa.

Noi, oggi che non girano (ancora) simboli per marchiarci, sentiamo ugualmente il peso di questa intolleranza montante.

Il 30 settembre, in Piazza del Duomo, parleremo di diritti faticosamente conquistati e di diritti ancora negati. Parleremo di libertà.

Dei nuovi cittadini e di tutte le famiglie. Delle donne, delle persone di tutti gli orientamenti sessuali, politici e religiosi.

Parleremo del nostro presente, fatto di esperienze concrete di integrazione e solidarietà, di diversità e mescolanze.

Ricorderemo che la Resistenza ha una dote: quella di non invecchiare, e lo faremo contemporaneamente ad altre città, ad altri luoghi simbolici come i porti, la cui chiusura è il simbolo di una politica dell’odio che non ci appartiene. Con tutta la forza pacifica della solidarietà.

Lo faremo in tante e in tanti.

Lo faremo vestiti di rosso.

 

Annunci

VENERDI 10 AGOSTO: 74° ANNIVERSARIO DELL’ECCIDIO DI PIAZZALE LORETO

MILANO, “74° ANNIVERSARIO DELL’ECCIDIO DI PIAZZALE LORETO”

Il 74° anniversario dell’eccidio di Piazzale Loreto sarà dedicato alla memoria dei Caduti per la Libertà.
Il programma come da tradizione si svolge con due iniziative,
  1. Cerimonia ufficiale che avrà inizio Venerdì 10 agosto 2018 alle ore 9,30 in Piazzale Loreto dinnanzi alla Stele dedicata ai Quindici Martiri
  2. Manifestazione antifascista che avrà inizio Venerdì 10 agosto 2018 alle ore 21,00 in Piazzale Loreto dinnanzi alla Stele dedicata ai Quindici Martiri,
74° ANNIVERSARIO DELL’ECCIDIO DI PIAZZALE LORETO
VENERDI 10 AGOSTO ORE 9,30
Cerimonia ufficiale
Le associazioni della Resistenza, i familiari dei Caduti, gli Enti, le forze democratiche e antifasciste milanesi renderanno omaggio alla memoria dei Combattenti per la Libertà e nel contempo ribadiranno la permanente mobilitazione a tutela dei capisaldi sanciti nella Costituzione Repubblicana nata dalla Resistenza.
DEPOSIZIONE DI CORONE ALLA STELE CHE RICORDA I 15 MARTIRI
INTERVENTI DI RAPPRESENTANTI DELLE ISTITUZIONI
e di:
MASSIMO CASTOLDI NIPOTE DI SALVATORE PRINCIPATO MARTIRE DI PIAZZALE LORETO
COORDINA:
ROBERTO CENATI Presidente Comitato Permanente Antifascista contro il terrorismo per la difesa dell’ordine repubblicano
VENERDI 10 AGOSTO ORE 21,00
Manifestazione antifascista
15 VITE PER LA LIBERTA’
Antonio Bravin, Giulio Casiraghi, Renzo Del Riccio, Andrea Esposito, Domenico Fiorani, Umberto Fogagnolo, Giovanni Galimberti, Vittorio Gasparini, Emidio Mastrodomenico, Angelo Poletti, Salvatore Principato, Andrea Ragni, Eraldo Soncini, Libero Temolo, Vitale Vertemati.
Intervento del Prof. PAOLO PEZZINO Presidente dell’Istituto Nazionale Ferruccio Parri
Frammenti musicali di Renato Franchi.
Coordina:
Ivano Tajetti, vicepresidente ANPI Comitato Provinciale di Milano;
 
Il 10 agosto 1944 un plotone della legione Muti, per ordine della sicurezza nazista, fucilò 15 Partigiani in Piazzale Loreto.
Le loro colpe: non pensare fascista e difendere gli impianti industriali che i nazisti volevano trasferire in Germania, depredando così la struttura economica del nostro Paese.
A questi 15 Partigiani, come a tutti i Partigiani, dobbiamo 70 anni di pace, democrazia e libertà.
Nel 74° Anniversario, il Comitato Permanente Antifascista invita i cittadini milanesi a partecipare al ricordo, testimoniando così la propria fede negli ideali per cui diedero la vita i 15 Martiri.

38124077_1464512216982098_918258536096464896_n

38134299_1464512220315431_4557198899374194688_n

Lascia un commento

Solidarietà al giornalista e scrittore Enrico Nascimbeni

Esprimo anche a nome dell’ANPI Provinciale di Milano profonda solidarietà per la vile e brutale aggressione neofascista di cui è stato vittima il giornalista e scrittore Enrico Nascimbeni, da sempre impegnato a contrastare la deriva razzista e vicino ai Sentinelli di Milano. L’aggressione, avvenuta mercoledì sera, sotto la casa del giornalista, si inserisce nel sempre più preoccupante clima xenofobo, razzista e omofobo che sta investendo il nostro Paese.

Ad Enrico Nascimbeni gli auguri di pronta guarigione da tutta l’ANPI.

Roberto Cenati – Presidente ANPI Provinciale di Milano

Lascia un commento

Dichiarazione della Presidente nazionale ANPI, Carla Nespolo – 30 luglio 2018.

“È gravissimo e inaccettabile che un Ministro della Repubblica, nata dalla Resistenza, faccia suo lo stile propagandistico di Mussolini, un criminale, guerrafondaio, massacratore della libertà e dei più deboli. Il sentiero su cui Matteo Salvini ha avviato il suo “operato” si scontra sempre di più col dettato di democrazia e civiltà della Costituzione. Si ponga fine immediatamente – mi appello ai silenti alleati di Governo del Ministro dell’Interno – a queste continue e nostalgiche aberrazioni”.

Lascia un commento

Piazza Fontana. Partenza staffetta podistica “per non dimenticare”

Da oltre trent’anni l’associazione l’Agap e numerosi gruppi podistici ripercorrono i luoghi in cui sono avvenute le stragi neofasciste, di Piazza Fontana, di piazza della Loggia e della stazione di Bologna, per tenere viva la memoria. Il ruolo che da anni sta svolgendo l’Agap – il cui motto è “corriamo per la Memoria” – è fondamentale, a dimostrazione del fatto che lo sport è da sempre in grado di trasmettere valori importanti, come quello della pace, della solidarietà, dell’accoglienza, particolarmente significativi se pensiamo alla sempre più pericolosa deriva razzista, xenofoba e antisemita che sta investendo anche il nostro Paese.

Continua a leggere »

Lascia un commento

A Milano l’ANPI ricorda Giovanni Pesce in occasione centenario nascita

Riportiamo di seguito il link e il testo dell’articolo pubblicato dall’Ansa sulla commemorazione di Giovanni Pesce in occasione del centenario della sua nascita

A Milano Anpi ricorda Giovanni Pesce (la notizia sul sito dell’Ansa)

A Milano Anpi ricorda Giovanni Pesce

In occasione centenario nascita, ‘rilanciamo i suoi valori’

(ANSA) – MILANO, 27 LUG – In occasione del centenario dalla nascita e a 11 anni dalla sua scomparsa, l’Anpi provinciale di Milano ha ricordato il comandante partigiano Giovanni Pesce.
“Ricordarlo, insieme alla moglie Nori, sua compagna di vita e di lotta, non è una formalità – ha detto Roberto Cenati, presidente provinciale di Anpi – ma un modo per rilanciare nella società di oggi i valori per cui Nori e Giovanni si sono battuti: la pace, la solidarietà, l’ accoglienza che sono valori fondanti scritti nella nostra Costituzione, l’eredita la più preziosa nata dalla Resistenza antifascista”.
Alla commemorazione al Famedio del Cimitero Monumentale, dove è sepolto Pesce, ‘Visone’ in battaglia, hanno partecipato anche il nipote Davide e una cinquantina di militanti antifascisti.
“Stiamo vivendo un periodo confuso e travagliato della vita nazionale – ha poi aggiunto Cenati – con pericolosi rigurgiti neonazisti e neofascisti, che portano verso una deriva xenofoba e razzista non solo il nostro paese, ma anche l’Europa”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Lascia un commento

Preoccupante e inquietante orientamento di Facebook

Esprimo a nome dell’ANPI Provinciale di Milano profonda preoccupazione per l’attuale orientamento di Facebook che qualche giorno fa ha rimosso la pagina Facebook de I Sentinelli di Milano e, nel pomeriggio di oggi, domenica 22 luglio 2018, quella dell’Osservatorio Democratico sulle nuove destre.

Forte è la nostra inquietudine e preoccupazione derivante dal fatto che, nel giro di pochi giorni, sono state colpite Associazioni democratiche, antirazziste e antifasciste, in aperta contrapposizione ai principi e ai valori sanciti dalla Costituzione repubblicana nata dalla Resistenza.
Roberto Cenati – Presidente ANPI Provinciale di Milano