ANPI di Milano: profondo sconcerto per la proposta dell’Assessore alla Sicurezza

Abbiamo appreso con profondo sconcerto della proposta avanzata dall’Assessore al Comune di Milano Carmela Rozza di voler deporre, nella ricorrenza del prossimo 2 novembre, una corona unica al Cimitero Maggiore, per i caduti della Repubblica di Salò, e per i Partigiani, mettendo così sullo stesso piano i Combattenti per la Libertà e i repubblichini.

Abbiamo più volte ricordato che la morte rende tutti uguali, ma in vita i Combattenti per la libertà hanno lottato contro l’oppressione nazifascista, mentre i repubblichini hanno collaborato con i nazisti nella denuncia, nella cattura, nella fucilazione di partigiani, oppositori politici, ebrei, lavoratori protagonisti del grande sciopero generale del marzo 1944.Se avessero prevalso i nazifascisti, la libertà e la democrazia non sarebbero state riconquistate nel nostro Paese.

Continua a leggere »

Annunci

Il partigiano Peppino Colzani ci ha lasciato

E’ con profondo dolore che vi comunico la scomparsa del partigiano Peppino Colzani, legatissimo alla Sezione Anpi di Niguarda, che ho avuto modo di conoscere e di apprezzare per le sue straordinarie doti di umanità e per la sua capacità di comunicare soprattutto con le giovani generazioni. Alla figlia Antonella, ai familiari, agli amici e compagni della Sezione ANPI di Niguarda esprimo la mia personale vicinanza e quella di tutta l’ANPI Provinciale di Milano.

I funerali di Peppino Colzani si svolgeranno domani mercoledì 12 settembre alle ore 11 presso la Parrocchia Piazza Belloveso, 5, 20162 Milano.

Un affettuoso abbraccio.

Roberto Cenati, ANPI Provinviale di Milano

L’ANPI Provinciale di Milano venerdì 8 settembre mette a disposizione dei partecipanti alla cerimonia di intitolazione della piazza a Giovanni Pesce un pullman.

Ritrovo: VENERDI 8 SETTEMBRE ORE 16,30 in via Federico Confalonieri angolo via Volturno – presso la sede dell’ANPI – Casa della Memoria.

Partenza: ore 16,45 precise per raggiungere il luogo della cerimonia;

Ritorno: al termine della cerimonia in via Confalonieri – sede ANPI.

I POSTI DISPONIBILI SONO 54. LA PRENOTAZIONE E’ OBBLIGATORIA.

SI ACCETTANO PRENOTAZIONI FINO AL RAGGIUNGIMENTO DEI POSTI DISPONIBILI.

LA CERIMONIA:

Continua a leggere »

Lascia un commento

Intervento di Roberto Cenati nella ricorrenza del 73° Anniversario dell’eccidio di piazzale Loreto – Giovedì 10 Agosto 2017

Lascia un commento

L’ANPI dice no al concerto di Povia a Trezzano sul Naviglio

In concomitanza con la rassegna “Autunno Trezzanese”, si svolgerà in data 23 settembre 2017 a Trezzano sul Naviglio, un concerto che verrà ospitato nella parrocchia di San Lorenzo Martire, al quale è stato invitato il cantautore Giuseppe Povia.

Come Associazione che si richiama ai valori della Resistenza siamo molto contrariati per la presenza di questo personaggio, legato alla formazione neofascista e antisemita Lealtà e Azione, per la quale il 10 giugno scorso Povia si è esibito nel comune di Cologno Monzese. Lealtà e Azione che si ispira al pensiero di Leon Degrelle, ufficiale delle Waffen SS e di Corneliu Codreanu, fondatore della Guardia di Ferro rumena, movimento antisemita e nazionalista degli anni trenta, si pone in aperto contrasto con i principi sanciti dalla nostra Carta Costituzionale.
Giuseppe Povia non è ospite gradito a Trezzano sul Naviglio. Oltre ad essere legato ad una formazione dichiaratamente neofascista, il cantautore rappresenta una figura profondamente divisiva su molteplici temi, tra i quali quelli dell’accoglienza, della solidarietà, dell’unità del nostro Paese e delle stesse problematiche relative alle vaccinazioni. Invitiamo l’Amministrazione Comunale di Trezzano a dissociarsi in qualsiasi modo dall’evento richiamato e auspichiamo un ripensamento da parte del parroco di San Lorenzo Martire.

In caso contrario preannunciamo fin d’ora che organizzeremo, in contemporanea al concerto preannunciato, per sabato 23 settembre un’iniziativa pacifica e festosa, di cui comunicheremo i dettagli, a Trezzano sul Naviglio, per rilanciare i valori dell’antifascismo, della solidarietà, dell’uguaglianza, contenuti nella nostra Carta Costituzionale di cui quest’anno ricorre il settantesimo anniversario dell’approvazione. Roberto Cenati – Presidente ANPI Provinciale di Milano.

Inquietante e grave decisione della Procura della Repubblica di Milano

La Procura della Repubblica di Milano ha chiesto il proscioglimento dei neofascisti resisi protagonisti, il 29 aprile scorso, del blitz al Campo X del Cimitero Maggiore, nel quale sono sepolti repubblichini e gerarchi della Repubblica di Salò.

Nonostante le denunce della Digos per aperta apologia di fascismo, per le centinaia di braccia alzate per il saluto romano, la Procura della Repubblica, con una inquietante e grave decisione ha chiesto il proscioglimento dei neofascisti, giovedì 4 agosto, scegliendo una data tragica per il nostro Paese. Il 4 agosto 1974 si verificò, infatti, un terribile attentato neofascista. Una bomba ad alto potenziale esplose nella quinta vettura del treno Italicus, in transito presso San Benedetto Val di Sambro, provocando 12 morti e oltre 40 feriti.

Continua a leggere »

Dedicata una piazza al Comandante partigiano Giovanni Pesce

L’ANPI Provinciale di Milano accoglie con grande soddisfazione la decisione dell’Amministrazione Comunale (nella seduta di venerdì 28 luglio 2017) di intitolare una piazza al Comandante partigiano Giovanni Pesce, Medaglia d’Oro al Valor Militare, di cui quest’anno ricorre il decimo anniversario della scomparsa.

La piazza pedonale, a lui dedicata, si trova proprio davanti a Cascina Merlata, il nuovo quartiere immerso nel verde, sorto nella zona nord ovest di Milano.

La decisione, che fa propria la proposta avanzata dall’ANPI Provinciale di Milano, costituisce un importante e significativo omaggio nei confronti di uno straordinario italiano. Pesce dopo aver combattuto in Spagna, a soli 18 anni, nelle Brigate internazionali contro Franco, nel settembre del 1943 è tra gli organizzatori dei Gruppi di Azione Patriottica, prima a Torino, poi a Milano, fino alla Liberazione. Nel dopoguerra Pesce, dopo il matrimonio con Nori Brambilla sua inseparabile compagna, conosciuta durante la Resistenza, continua il suo impegno politico e civile come Consigliere comunale del PCI a Milano per oltre dieci anni, come membro di Rifondazione Comunista, come Presidente dell’AICVAS (Associazione Italiana Combattenti Antifascisti di Spagna), ma soprattutto come autorevole esponente del Comitato nazionale dell’ANPI sin dalla sua costituzione. La sua è stata una vita, senza tregua, caratterizzata da una grande passione politica, da un grande impegno per la libertà di tutti noi e per la costruzione di una società più giusta, i cui lineamenti fondamentali sono tracciati nella Costituzione repubblicana nata dalla Resistenza, di cui Giovanni Pesce fu uno dei principali protagonisti.

Roberto Cenati

Presidente ANPI Comitato Provinciale di Milano