Busi Giovanni

Monza, 6 luglio 1922 – Camerlata (CO), 30 dicembre 1944

Giovane antifascista è in collegamento con le formazioni partigiane della montagna. Per sottrarsi all’imminente arresto da parte delle milizie fasciste di Monza sale sui monti del comasco, aggregandosi alla 52° Brigata Garibaldi “Clerici”.  Il 23/12/1944, iniziò una vasta operazione di rastrellamento nella zona Boffalora e Monte Croce in Tremezzina. Gli uomini della brigata nera di Menaggio al comando di Pompeo Casati, in collaborazione con la 53ª Compagnia della Milizia Confinaria, il 24 alle prime luci del mattino sorpresero gli uomini del distaccamento “Bordoli” della 52ª Brigata Garibaldi “Luigi Clerici” in zona Madonna del Soccorso che erano scesi al santuario per assistere alla messa natalizia di mezzanotte. Lo scontro portò all’uccisione di quattro partigiani ed all’arresto di altri 22, solo cinque riuscirono a fuggire. Cinque dei ventidue arrestati, Francesco Riboldi “Silvio”, commissario politico del distaccamento “Bordoli”, Mario Bigliani, Carlo Sormani, Giovanni Busi e Luigi Villa, vennero condannati a morte e fucilati il 30/12/1944 dietro il cimitero di Camerlata.

LAPIDE :  Largo Borges (angolo via Mazzini)