VENERDI 10 AGOSTO: 74° ANNIVERSARIO DELL’ECCIDIO DI PIAZZALE LORETO

MILANO, “74° ANNIVERSARIO DELL’ECCIDIO DI PIAZZALE LORETO”

Il 74° anniversario dell’eccidio di Piazzale Loreto sarà dedicato alla memoria dei Caduti per la Libertà.
Il programma come da tradizione si svolge con due iniziative,
  1. Cerimonia ufficiale che avrà inizio Venerdì 10 agosto 2018 alle ore 9,30 in Piazzale Loreto dinnanzi alla Stele dedicata ai Quindici Martiri
  2. Manifestazione antifascista che avrà inizio Venerdì 10 agosto 2018 alle ore 21,00 in Piazzale Loreto dinnanzi alla Stele dedicata ai Quindici Martiri,
74° ANNIVERSARIO DELL’ECCIDIO DI PIAZZALE LORETO
VENERDI 10 AGOSTO ORE 9,30
Cerimonia ufficiale
Le associazioni della Resistenza, i familiari dei Caduti, gli Enti, le forze democratiche e antifasciste milanesi renderanno omaggio alla memoria dei Combattenti per la Libertà e nel contempo ribadiranno la permanente mobilitazione a tutela dei capisaldi sanciti nella Costituzione Repubblicana nata dalla Resistenza.
DEPOSIZIONE DI CORONE ALLA STELE CHE RICORDA I 15 MARTIRI
INTERVENTI DI RAPPRESENTANTI DELLE ISTITUZIONI
e di:
MASSIMO CASTOLDI NIPOTE DI SALVATORE PRINCIPATO MARTIRE DI PIAZZALE LORETO
COORDINA:
ROBERTO CENATI Presidente Comitato Permanente Antifascista contro il terrorismo per la difesa dell’ordine repubblicano
VENERDI 10 AGOSTO ORE 21,00
Manifestazione antifascista
15 VITE PER LA LIBERTA’
Antonio Bravin, Giulio Casiraghi, Renzo Del Riccio, Andrea Esposito, Domenico Fiorani, Umberto Fogagnolo, Giovanni Galimberti, Vittorio Gasparini, Emidio Mastrodomenico, Angelo Poletti, Salvatore Principato, Andrea Ragni, Eraldo Soncini, Libero Temolo, Vitale Vertemati.
Intervento del Prof. PAOLO PEZZINO Presidente dell’Istituto Nazionale Ferruccio Parri
Frammenti musicali di Renato Franchi.
Coordina:
Ivano Tajetti, vicepresidente ANPI Comitato Provinciale di Milano;
 
Il 10 agosto 1944 un plotone della legione Muti, per ordine della sicurezza nazista, fucilò 15 Partigiani in Piazzale Loreto.
Le loro colpe: non pensare fascista e difendere gli impianti industriali che i nazisti volevano trasferire in Germania, depredando così la struttura economica del nostro Paese.
A questi 15 Partigiani, come a tutti i Partigiani, dobbiamo 70 anni di pace, democrazia e libertà.
Nel 74° Anniversario, il Comitato Permanente Antifascista invita i cittadini milanesi a partecipare al ricordo, testimoniando così la propria fede negli ideali per cui diedero la vita i 15 Martiri.

38124077_1464512216982098_918258536096464896_n

38134299_1464512220315431_4557198899374194688_n

A Milano l’ANPI ricorda Giovanni Pesce in occasione centenario nascita

Riportiamo di seguito il link e il testo dell’articolo pubblicato dall’Ansa sulla commemorazione di Giovanni Pesce in occasione del centenario della sua nascita

A Milano Anpi ricorda Giovanni Pesce (la notizia sul sito dell’Ansa)

A Milano Anpi ricorda Giovanni Pesce

In occasione centenario nascita, ‘rilanciamo i suoi valori’

(ANSA) – MILANO, 27 LUG – In occasione del centenario dalla nascita e a 11 anni dalla sua scomparsa, l’Anpi provinciale di Milano ha ricordato il comandante partigiano Giovanni Pesce.
“Ricordarlo, insieme alla moglie Nori, sua compagna di vita e di lotta, non è una formalità – ha detto Roberto Cenati, presidente provinciale di Anpi – ma un modo per rilanciare nella società di oggi i valori per cui Nori e Giovanni si sono battuti: la pace, la solidarietà, l’ accoglienza che sono valori fondanti scritti nella nostra Costituzione, l’eredita la più preziosa nata dalla Resistenza antifascista”.
Alla commemorazione al Famedio del Cimitero Monumentale, dove è sepolto Pesce, ‘Visone’ in battaglia, hanno partecipato anche il nipote Davide e una cinquantina di militanti antifascisti.
“Stiamo vivendo un periodo confuso e travagliato della vita nazionale – ha poi aggiunto Cenati – con pericolosi rigurgiti neonazisti e neofascisti, che portano verso una deriva xenofoba e razzista non solo il nostro paese, ma anche l’Europa”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Interrogazione parlamentare urgente della senatrice Liliana Segre sul raduno di Lealtà e Azione

Pubblichiamo il testo dell’interrogazione parlamentare urgente presentata dalla senatrice a vita Liliana Segre sul raduno di lealtà e azione ad Abbiategrasso.

 

Interrogazione con carattere d’urgenza ex art. 151 del Regolamento del Senato

 

Al Ministro dell’Interno

 

Premesso che

nei giorni di venerdì 6 e sabato 7 luglio 2018 è prevista in località Abbiategrasso, entro l’area metropolitana di Milano, una festa della organizzazione “Lealtà e Azione”, raggruppamento di chiara ispirazione neonazista e razzista;

al raduno risultano inopinatamente concessi spazi pubblici presso la locale fiera cittadina;

la Repubblica democratica nata dalla Resistenza non può accettare forme di manifestazione in cui vengano programmaticamente diffusi messaggi e simbologie dichiaratamente razziste, xenofobe e apologetiche del fascismo;

che di questo sentimento di ripulsa per l’iniziativa si sono fatte interpreti svariate organizzazioni antifasciste e della società civile dall’ANPI, all’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, ai sindacati CGIL-CISL-UIL, alle ACLI e a numerosi partiti democratici;

 

si chiede di sapere

se il Ministro in epigrafe sia a conoscenza della pericolosità dell’evento in questione;

se non ritenga di dover disporre la revoca delle autorizzazioni così da scongiurare la realizzazione di una iniziativa di patente carattere anticostituzionale, che offende i valori di fondo della nostra Repubblica e di ogni forma di convivenza civile.

SEGRE